SCHEDE TELEFONICHE»Telecom - usate

Il nome "scheda telefonica" fu adoperato nel periodo dei telefoni SIDA e nel periodo URMET con la serie "Bianca" e "Rossa". Il nome "carta telefonica" fu usato successivamente con le prime schede nazionali Urmet. Solo di recente sono tornate a chiamarsi come alle origini.
Alcune delle schede italiane sono distribuite in Alto Adige nella versione bilingue con testi in italiano e tedesco fin dalla prima emissione del periodo Sida. Le prime schede, e quasi tutta la produzione fino ad oggi, sono state stampate su PVC. Non mancano però produzioni in cartoncino plastificato e polietilene.

A partire dal 1994 la SIP - Telecom Italia organizza una vendita al pubblico di schede nuove che divide in diverse categorie: ordinarie, speciali, pubblicitarie e tematiche.
Le ordinarie sono quelle a diffusione allargate a con alte tirature. Su un lato portano in genere messaggi pubblicitari relativi ai vari aspetti dei servizi telefonici (avviso di chiamata, segreterie telefoniche...)
Le schede speciali sono quelle emesse in occasioni particolari come mostre, fiere o convegni ai quali partecipa Telecom Italia.
Quelle tematiche sono emesse in serie, anche a più riprese, e rappresentano grandi temi sociali, storici o sportivi.
Le schede pubblicitarie riproducono messaggi pubblicitari di enti o società private. Alcune di queste schede sono state emesse con la dicitura "omaggio" e sono catalogate a parte. Il valore di queste ultime può essere espresso in scatti o in lire.

A partire dalle "Fasce orarie" ogni scheda ha una data di scadenza (in genere di due anni più avanti rispetto l'emissione). Oltre la data compare la scritta "La scheda non è rimbosabile".
Il taglio o valore facciale è espresso in lire fino alla numero 1041 (scadenza 31.12.01). Dalla 1042 alla 1498 (scadenza 31.12.03) il valore facciale è espresso in doppia valuta lire/euro. Dalle schede con scadenza 30.06.04 in avanti il valore facciale è espresso solo in euro.

In tutte le schede un angolo, chiamato bandella, deve essere asportato per poter iniziarne l'utilizzo. La scheda usata è quindi mancante di questa parte triangolare.
In tutte le schede è presente una banda magnetica di colore bruno in cui sono contenuti tutti i dati che compongono l'anima della scheda: scatti a scalare, data di scadenza, taglio... La magnetizzazione si può leggere, utilizzando appositi strumenti di misura, ed è formata da un sistema di barre.

Su ogni scheda compare anche il numero di esemplari che sono stati prodotti: la tiratura. Solo in alcuni casi, per le grandi tirature, viene indicato un generico "oltre 1.000.000".
Il numero di controllo può essere alfanumerico o composto da sole lettere. Non tutte le schede ne sono provviste.
Il codice a barre viene introdotto per la prima volta durante la serie "Fasce orarie". Varia a seconda del valore facciale a prescindere dal tipo di emissione.

 

login

Clicca qui per registrarti.

Password dimenticata?


news
MERCATINO IMBERSAGO
12/12/2017
news
Informiamo tutti che il mercatino di Imbersago riprenderà come ogni anno a Marzo!
ATTENZIONE
08/11/2017
news
Informiamo tutti i clienti che momentaneamente il POS è fuori servizio, ci scusiamo per il disagio.
ROMA PANTHEON
19/10/2017
news
Disponibile sul nostro sito, la prima banconota turistica italiana. Clicca qui!
BANCONOTE IN POLIMERO
12/10/2017
news
Disponibile sul nostro sito, una nuova serie di banconote turistiche in polimero. Clicca qui!
DORA L'ESPLORATRICE
26/09/2017
news
Disponibile la nuova serie Italiana di Dora l'esploratrice, clicca QUI!
statistiche
Attualmente, 64 utenti stanno navigando qui

Ci sono 8770 utenti registrati

Il nostro catalogo conta 25378 articoli, ed è stato aggiornato l'ultima volta sabato 16 dicembre 2017 alle ore 11:23

Le province con più utenti sono: ROMA, MILANO, TORINO, NAPOLI, BERGAMO, BOLOGNA, FIRENZE, GENOVA, BRESCIA, MONZA E BRIANZA